Home / Fondo per l'Autosviluppo / Fondo per l'Autosviluppo. COME CONTRIBUIRE.

Fondo per l'Autosviluppo. COME CONTRIBUIRE.

Fondo per l'Autosviluppo. COME CONTRIBUIRE.

Per contribuire ci sono 2 possibilità:

1. Se sei una Lavoratrice/Lavoratore dipendente e intendi dare il tuo contributo al Fondo di solidarietà per l'autosviluppo utilizzando il pratico sistema della trattenuta in busta paga, scarica il modulo sottoriportato, compilalo e consegnalo al tuo datore di lavoro.

2. Altrimenti, versa direttamente l’importo che ritieni più opportuno sul conto corrente n. 121746 intestato a Solidea onlus presso Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo del Nordest SpA con le seguenti coordinate: IBAN IT 66 F 03599 01800 000000121746 con la causale "donazione".

Informazioni per le agevolazioni fiscali:

SOLIDEA è una Onlus (Organizzazione non lucrativa si utilità sociale). Ai sensi della normativa fiscale vigente, i donatori possono pertanto usufruire dei seguenti benefici:

Per le persone fisiche: in base alle disposizioni del D.P.R. nr. 917/86: è possibile detrarre dall'imposta lorda il 19% delle erogazioni liberali in denaro, fino ad un massimo di 2.065,83 euro;  oppure, in base al D.L. n. 35/2005 (convertito nella L. 80/2005) possono essere portate in deduzione dal reddito le liberalità, in denaro ed in natura , per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui.

Per le imprese: in base alle disposizioni del D.P.R. nr. 917/86: è possibile dedurre dal reddito l'erogazione per un importo non superiore a 2.065,83 euro o al 2% del reddito d'impresa annuo dichiarato; oppure, in base al D.L. n. 35/2005 (convertito nella L. 80/2005) è possibile dedurre dal reddito le liberalità per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui.

Il contribuente deve scegliere, con riferimento alle suddette liberalità, se fruire dell'una o dell'altra agevolazione non potendo cumularle entrambe.

Ricordiamo di conservare la ricevuta, postale o bancaria dell'erogazione. Per le erogazioni tramite domiciliazione bancaria/postale, carta di credito, bonifico e assegno, l'estratto conto ha valore di ricevuta.

File