Home / Progetti 2007-2015 / Progetti sostenuti con gli ALTRI FONDI / Fondo per il Volontariato d'Impresa

Fondo per il Volontariato d'Impresa

 

Le pagine seguenti informano sui progetti sostenuti dal 2007 al 2015 da Solidea onlus tramite il Fondo per il Volontariato d'Impresa (FVI), il fondo promosso dai dipendenti del Gruppo ITAS, storica mutua assicurativa trentina aderente alla Federazione Trentina della Cooperazione,  alimentato dalle donazioni dei dipendenti stessi e gestito da un loro Comitato di garanti.

I progetti sono elencati in ordine alfabetico per Paese e località.

Progetti FVI aree geografiche

AFRICA. ALGERIA (El Ayoun). Progetto Acqua nel deserto.

Il progetto, che fa capo alla facoltà di ingegneria di Trento, ha portato all’acquisto in loco di 10 serbatoi per l’acqua potabile da 1000 l/cd. I serbatoi servono 10 famiglie del Villaggio di El Ayoun nei campi profughi Saharawi.

Organismo richiedente: Associazione TRE.CA.SMA. (Trento)

Ambito: approvvigionamento idrico

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2012 2.000

 

 

AFRICA. ALGERIA (TIfariti). Una scuola a Tifariti: fame di cultura, voglia di libertà.

Il macroprogetto complessivo, nel quale si inserisce l’iniziativa e che vede la realizzazione di una “RETE” di numerose associazioni, intende attivare un servizio mensa e uno studentato nell’ottica di permettere la frequenza e la permanenza continua a scuola degli studenti provenienti dalle zone limitrofe a Tifariti.

Organismo richiedente: Associazione TRE.CA.SMA. (Trento)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2014 3.000

 

 

AFRICA. COSTA D’AVORIO (Abradine). Sostegno a microattività di allevamento di suini

Costruzione di un porcile per l’allevamento di suini nei dintorni del villaggio di Abradine nel quadro dell’occupazione e formazione giovanile e dell’autosufficienza alimentare.

Organismo richiedente: Sogni e speranze per la costa d’avorio onlus (Rovereto)

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2013 2.000
2015 3.000

 

AFRICA. KENYA (Kinamba). Kanga per Ol Moran.

Il progetto “Kanga per Ol Moran” intende sostenere l’attività delle “Ancelle della Visitazione”, impegnate a Kinamba con molte attività a sostegno dell’infanzia, della formazione ed educazione rivolta in modo particolare alla popolazione impoverita e di microiniziative di sviluppo per l’indipendenza alimentare.

Organismo richiedente: Associazione di volontariato Lucicate onlus (Isera – TN)

Ambito: educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2010 2.500
2014 3.500

 

AFRICA. KENYA (Malindi). FareAssieme la nostra scuola.

Il progetto, realizzato in collaborazione con “Le Parole Ritrovate Trento” e l’Associazione Itake, ha portato alla realizzazione di una scuola professionale a Malindi.

Organismo richiedente: Associazione A.M.A. onlus (Trento)

Ambito: educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2010 2.000

 

AFRICA. REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO (Katanga). Bambini Sheguè - Bambini Stregoni.

Il progetto punta alla prevenzione dell’abbandono di bambini considerati stregoni ed allontanati dalla famiglia attraverso il reinserimento, il supporto psicologico e la sensibilizzazione della popolazione delle autorità locali. Il progetto viene realizzato nel distretto di Kalemie, provincia di Katanga (Congo).

Organismo richiedente: Associazione NAAA onlus (Trento)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2009 2.000

 

AFRICA. TANZANIA (Ifakara). Progetto “Youth Centre Ifakara”

Sostegno alla costruzione di un centro sociale multifunzionale nella città africana di Ifakara, (regione centro meridionale della Tanzania) e introduzione di tecniche di produzione di legno combustibile e di risparmio energetico. Il principio ispiratore del progetto è di contribuire ad alleviare alcuni gravi problemi della città, dove la crescita economica e demografica disordinata provocano gravi problemi socio ambientali tra cui disagio giovanile e disoccupazione, inquinamento e deforestazione che solo poco tempo fa erano per lo più sconosciuti in gran parte della Tanzania.

Organismo richiedente: Associazione Nadir onlus (Trento)

Ambito: educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2010 2.000
2012 1.500

 

AFRICA. TANZANIA (Lukobe). Casa di Accoglienza di Grazia per i bambini disabili.

Nel villaggio di Lukobe, l’Associazione ha recentemente completato la costruzione della Casa di Accoglienza di Grazia per i bambini disabili ed è in attesa della certificazione ministeriale per iniziare l’attività. Il complesso della Casa di Accoglienza è costituito da un dormitorio, da un refettorio, da un’aula didattica, da una ambulatorio medico e da un ufficio per il personale. Nelle vicinanze della struttura è stata costruita una fattoria e sono stati lavorati alcuni terreni per la coltivazione di granoturco, pomodori, fagioli etc. I prodotti della terra e della fattoria saranno venduti sul mercato locale e i fondi raccolti serviranno a sostenere, almeno in parte, i costi di mantenimento della Casa di Accoglienza. Nel villaggio di Buswelo, situato a circa 20 chilometri di distanza da Mwanza, il partner locale, l’ONG Hisani Center for Women and Children Rights, gestisce una casa di accoglienza che ospita circa 100 bambini orfani e bambini di strada. Questo Centro si serve, per dare alloggio ai suoi volontari, di un complesso di corpi di fabbrica ubicati in un compound. Uno di questi edifici attualmente non è idoneo ad ospitare persone in quanto sono necessario alcuni interventi di ultimazione dei lavori (di seguito alcune fotografie della struttura nelle condizioni in cui versa attualmente). Le associazioni proponenti hanno valutato la possibilità, in accordo con Hisani, di mettere in ripristino questi locali assumendosene le spese ad uso dei volontari che volessero partecipare alle azioni del progetto Grazie per i bambini a Lukobe e le altre iniziative in cui Gocce d’Amore è coinvolta. Il contributo concesso è servito per sostenere i lavori di ripristino.

Organismo richiedente: Gocce d’amore per i bambini dell’Africa, associazione onlus di volontariato (Rovereto – TN)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2014 3.000

 

AFRICA. TANZANIA (Zanzibar). Progetto “Api e Cultura”.

Obiettivo principale del progetto, portato avanti dai volontari Andrea Nolli e Sara Veneziani, è  favorire, attraverso il miglioramento delle tecniche in apicoltura, lo sviluppo socio economico nelle aree rurali interessate. Il progetto ha coinvolto giovani senza occupazione e donne tradizionalmente relegate a mansioni pesanti e sottopagate, normalmente escluse dall’apicoltura tradizionale.
Organismo richiedente: Movimento per la lotta contro la fame nel mondo (Lodi)

Ambito: microsviluppo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2010 5.000

 

AFRICA. TANZANIA (Zanzibar). Sostegno all’asilo di Charawe.

Charawe è un piccolo villaggio di 1.000 abitanti situato nella foresta di Jozani, unico parco naturale nell’isola di Zanzibar (Tanzania). L’iniziativa riguarda il sostegno alla gestione della scuola primaria, con un progetto prescolare in grado di intervenire preventivamente sulle ragioni che generano un altissimo abbandono scolastico.

Organismo richiedente: WHY onlus (Trento)

Ambito: sociale educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2014 3.000

 

AFRICA. TOGO (Lomè). Dispensario medico.

Nella provincia di Agoè, nello stato del Togo a circa 20 km dalla capitale Lomè, in Centro Africa, è stato costituito nel 2004 il Dispensario medico di St. Bakhita a favore dei malati poveri. La traduzione dal francese della parola dispensario significa ospedale, ed infatti la struttura si propone di offrire assistenza medica in una delle regioni più bisognose del terzo mondo. I fondatori ed i gestori della struttura fanno riferimento alle Suore di S. Maddalena di Canossa, che si avvalgono però di strutture e di personale non solo religioso, ma anche laico. Il dispensario offre i propri servizi soprattutto a donne e bambini, che giornalmente si recano alla struttura per beneficiare delle prestazioni del Centro Medico, offerte ad un prezzo bassissimo (una visita medica costa 60 centesimi e le altre prestazioni hanno prezzi inferiori a qualsiasi struttura sanitaria in Togo). Il Dispensario è anche centro per le vaccinazioni dei bambini fino a 11 mesi e svolge attività di sensibilizzazione della popolazione quando il medico e le volontarie si recano nei villaggi limitrofi per svolgere attività domiciliare.

Organismo richiedente: Croce Rossa Italiana – sezione di Trento

Ambito: sanitario

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2009 1.000

 

ASIA. AFGHANISTAN (Anabah). Centro maternità .

Dopo l’apertura dell’ospedale generale gestito da Emergency ad Anabah, in Panshir, una regione montuosa con passi oltre i 4.000 metri, abitata da circa 250.000 persone e sprovvista di strutture sanitarie, fu chiara da subito la necessità di aprire un Centro di maternità. Per problemi legati alla gravidanza, infatti, in Afghanistan muore una donna ogni mezz’ora e la mortalità materna è sessanta volte più alta di quella registrata nei Paesi sviluppati. A questi dati si accompagnano quelli sulle condizioni generali di salute delle donne, per le quali la maggior parte dei servizi sanitari in Afghanistan è inaccessibile a causa della loro emarginazione sociale. Il Centro è collegato ai 18 Posti di primo soccorso e Centri sanitari delle Valli del Panshir e di Salang che sono stati forniti dello strumentario necessario per lo screening delle donne in gravidanza e il follow up delle pazienti già visitate e delle neo-mamme. Nel caso in cui si renda necessario un ricovero urgente o vi sia l’esigenza di particolari indagini diagnostiche, il trasporto al Centro è garantito dalle ambulanze di Emergency. Lo staff specialistico internazionale (una ostetrica e una infermiera neonatologa) visita periodicamente le cliniche decentrate e insegna allo staff nazionale ad affrontare le emergenze e a visitare le donne in gravidanza. Lo staff internazionale ha inoltre elaborato i protocolli clinici e operativi per il nuovo Centro di maternità e ha organizzato un corso per il personale che era stato selezionato, dal momento che non esistevano nei villaggi circostanti infermiere qualificate.

Organismo richiedente: Emergency Gruppo Rovereto (TN)

Ambito: sanitariosociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2007 1.000

 

ASIA. INDIA (Dharward). Scuola per infermiere.

Sostegno ad un corso di formazione per infermiere e alle spese per il convitto, rivolto a giovani ragazze della zona.

Organismo richiedente: Associazione Apibimi onlus (Volano – TN)

Ambito: Formazione professionale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2012 3.500

 

 

ASIA. NEPAL (Helambu). Ricostruzione case civili post terremoto.

L’Associazione no profit Helambu Arcobaleno opera in Nepal dall’anno 2010. In questi anni ha contribuito a costruire gli acquedotti nei villaggi di alta montagna di Bremang, Khaser e Ribarma, un ambulatorio medico nel villaggio di Bremang, che è l’unica struttura sanitaria presente in zona e serve diversi altri villaggi, e una scuola per 100 bambini nel villaggio di Bolgaun. Questi villaggi si sono trovati nell’epicentro del terremoto del 25 aprile scorso e tutte le case sono andate completamente distrutte. Nei media si è parlato quasi esclusivamente della situazione di Kathmandu, ma il terremoto ha causato i danni maggiori e più pesanti soprattutto nei piccoli villaggi di alta montagna, difficilmente raggiungibili perché le strade sono state interrotte da innumerevoli frane e smottamenti. Subito dopo il terremoto l’associazione ha provveduto a fornire lamiere zincate a tutti i villaggi per la costruzione di abitazioni provvisorie per proteggersi dalle piogge monsoniche dell’estate. Tutti i materiali sono stati trasportati a spalla dal fondovalle fino nei villaggi. Purtroppo per l’inverno 2015 la gente dei villaggi sarebbe stata costretta a vivere nelle precarie baracche di lamiera e per questo è stato ritenuto urgente partire appena possibile con la ricostruzione delle case. L’associazione si è impegnata a finanziare l’acquisto dei materiali per la ricostruzione delle case dei villaggi di Bremang (16 case), di Khaser (8 case) e di Ribarma (23 case) per un totale di 47 case antisismiche. La gente dei villaggi si è impegnata ad associarsi per fornire la manodopera per la realizzazione dei lavori.

Organismo richiedente: Associazione Helambu Arcobaleno (Panchià – TN)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2015 3.000

 

ASIA. NEPAL (Kathmandu). Formazione professionale per sarte.

ll progetto è stato promosso in Nepal, nella valle di Kathmandu e realizzato dall’Istituto Society for Each Other  che opera dal 1998 e si propone di fare da ponte tra chi ha delle possibilità e chi non ne ha. Il progetto ha interessato 24 donne di età compresa tra i 16 e i 30 anni che vivono in condizioni di emarginazione sociale, con un livello  base di alfabetizzazione. Hanno partecipato ad un corso di formazione per apprendere il mestiere della sarta e sono state accompagnate nella ricerca di un impiego.

Organismo richiedente: Associazione Amici Trentini onlus (Trento)

Ambito: formazione professionale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2010 2.000

 

EUROPA. CROAZIA (Veprinac). Centro accoglienza.

L’associazione opera dal 1996 nella ex-Jugoslavia, impegnata in progetti di accoglienza e di assistenza. Il nuovo centro servirà per ospitare adeguatamente i sempre più numerosi partecipanti dei campi estivi e invernali (per la maggior parte giovani italiani), dare la possibilità anche a singole famiglie di vivere un’esperienza di “turismo solidale”, offrire uno spazio per altri tipi di iniziative (seminari, corsi di formazione, ecc.), avere spazi più adeguati per il magazzino aiuti, offrire degli spazi di svago, gioco, divertimento e momenti educativi a bimbi, ragazzi e adulti dei vari istituti (Dom za Odgoj, Dom Turnic, etc.) della zona di Rijeka e dintorni nonché delle zone martoriate dalla guerra vicino al confine bosniaco.

Organismo richiedente: Associazione per un Mondo migliore (Verona)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2011 2.500

 

 

EUROPA. ITALIA (Bellaria di Cei - TN). Acquisto caldaia.

Nuovi orizzonti è una comunità socio-sanitaria con una propria sede in Trentino a Bellaria di Cei, che interviene in tutti gli ambiti del disagio sociale; per questo realizza azioni di solidarietà a sostegno di chi vive situazioni di grave difficoltà in particolare in ambito giovanile. La comunità dispone di uno stabile a 3 piani capace di ospitare fino a 18 assistiti che necessita del rifacimento dell’impianto di riscaldamento.

Organismo richiedente: Associazione trentina nuovi orizzonti onlus (TN)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2015 2.500

 

EUROPA. ITALIA (Borgosatollo – BS). Centro per l’assistenza al disagio psicologico, i disturbi alimentari e le tossicodipendenze.

Contributo alla gestione del Centro di solidarietà.

Organismo richiedente: Associazione Centro di Solidarietà” (Borgosatollo – BS)

Ambito: sociale educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2014 1.800

 

 

EUROPA. ITALIA (Chieti). Educare insegnando

Il progetto promosso da Studium, centro di aiuto allo studio di Chieti, è relativo alla realizzazione di un centro di sostegno e orientamento nello studio e per la prevenzione del disagio giovanile e della dispersione scolastica. Il servizio offerto è totalmente gratuito per i ragazzi e le loro famiglie e gli operatori sono tutti volontari: docenti di scuola media inferiore e superiore, neolaureati, studenti universitari, esperti laureati. Le spese di realizzazione dell’opera sono state sostenute fino ad oggi dai soci del centro culturale con anticipazioni individuali volte a coprire le spese per l’arredamento dei locali, fornitura di libri, attrezzature audio video, spese di gestione ordinaria, ecc.

Organismo richiedente:  Studium, centro di aiuto allo studio (Chieti)

Ambito: educativo sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2015 1.500

 

EUROPA. ITALIA (Feltre). Assistenza a pazienti con disturbi alimentari

Scopo del progetto è di offrire assistenza ai pazienti in età pediatrica per la diagnosi e la cura di disturbi alimentari ed assistenza alle loro famiglie  attraverso l’attivazione di un ambulatorio specifico a Feltre.

Organismo richiedente: Associazione Margherita (Belluno)

Ambito: sanitario

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2014 2.000

 

 

EUROPA. ITALIA (Milano). Sostegno a distanza

Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini è un’organizzazione non governativa costituita da un movimento di famiglie adottive e affidatarie. Dal 1986 Ai.Bi. lavora ogni giorno al fianco dei bambini ospiti negli istituti di tutto il mondo per combattere l’emergenza abbandono. La Associazione opera in Italia con una sede nazionale a Milano e 29 uffici tra sedi regionali e punti informativi in tutte le regioni. Ai.Bi. nel mondo è presente in 31 paesi, con sedi operative in Europa dell’Est, Americhe, Africa e Asia. Il contributo di Solidea onlus (FVI) è servito per alimentare il fondo di Ai.Bi. per il sostegno a distanza.

Organismo richiedente:  Ai.Bi. Amici dei Bambini (Milano)

Ambito: educativo sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2007 900

 

EUROPA. ITALIA (Mirandola). Acquisto casetta in legno.

Un aiuto dopo il terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna, con un sostegno all’acquisto di una casetta prefabbricata in legno per permettere la ripresa delle attività associative a favore dei giovani del paese.

Organismo richiedente: Associazione AGESCI Mirandola 1 (Mirandola – MO)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2012 1.500

 

EUROPA. ITALIA (Rignano sull’Arno – FI). Sostenere la ricerca per le malattie rare

Ai tempi del progetto, Giuseppe era un bel bambino di un paio di anni, diventato famoso a Rignano sull’Arno. Una vita a rischio, in qualsiasi momento, quella di Giuseppe, a causa di una rara e sconosciuta malattia metabolica. Di lui si è occupata la trasmissione televisiva Telethon e per la sua causa si sono mossi, nel paesino toscano, le televisioni locali, i gruppi di solidarietà, alcuni personaggi famosi del cinema, tutti quanti col medesimo scopo di raccogliere fondi per sostenere un progetto di ricerca sui geni, coordinato dalla Fondazione Giuseppe Tomasello Onlus. Giuseppe, ai colleghi dell’Itas, è stato presentato dallo zio, un Collega dell’Ufficio Liquidazione Sinistri ITAS di Prato, che si è fatto portavoce di un progetto destinato, in un futuro – che tutti ci auguriamo non troppo lontano – a portar sollievo a coloro che soffrono di una grave malattia congenita.

Organismo richiedente: Fondazione Giuseppe Tomasello onlus (Firenze)

Ambito: sanitario

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2008 1.000

 

EUROPA. ITALIA (Torino). Casa di accoglienza per minori in difficoltà.

Sostegno alla gestione di una casa accoglienza per minori in difficoltà, anche disabili, segnalati dal Tribunale dei Minori e dai servizi pubblici e privati operanti sul territorio, provenienti da famiglie che, vivendo in condizione di solitudine e profondo disagio sociale.

Organismo richiedente: Associazione Piccoli Passi onlus (Torino)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2012 1.500

 

EUROPA. ITALIA (Torrevecchia Pia – PV). Casa famiglia

L’Associazione cura una “Casa Famiglia” che accoglie temporaneamente bambini allontanati da situazioni familiari di grave maltrattamento, violenza ed abuso, garantendo protezione, sostegno ed accompagnamento. Opera in stretta collaborazione con i Servizi sociali e sanitari preposti ed ha lo scopo ultimo di inserire i minori all’interno di una situazione più idonea (famiglia affidataria, famiglia adottiva o altro a seconda dei casi). L’Associazione Il Piccolo Alan collabora con il Movimento per l’Infanzia.

Organismo richiedente: Associazione PICCOLO ALAN o.n.l.u.s. (Pavia)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2009 1.055

 

EUROPA. ITALIA (Trento). Accoglienza bambini in protonterapia.

Il progetto prevede una serie di attività finalizzate all’accoglienza, all’accompagnamento ed al sostegno dei bambini malati di cancro, accompagnati dai loro genitori, che vengono da lontano per essere sottoposti ai trattamenti di protonterapia presso l’ospedale di Trento.

Organismo richiedente: LILT – Lega Italiana Lotta contro i Tumori (Trento)

Ambito: sanitario

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2014 2.000

 

EUROPA. ITALIA (Trento). Bambola Bianca

Abio è nata nel 1978 a Milano ed è un’associazione che si occupa di sostenere e accogliere bambini ricoverati in ospedale al fine di attenuare i fattori di rischio derivanti dall’ingresso in una struttura ospedaliera. La bambola bianca è di stoffa imbottita, non ha né volto né vesti e i bambini possono disegnarla e decorarla a loro piacimento insieme ai volontari. La bambola personalizzata non è solamente una bambola speciale perché unica e fatta proprio dal bimbo stesso, ma è anche un tramite per permettere al piccolo di esprimere nel gioco le proprie emozioni, accogliendo i suoi momenti di crisi. Non è un gioco da fare assieme ad altri bambini o da consegnare a tutti: starà al volontario, opportunamente formato a tal scopo, valutare se e quando proporlo. Il progetto ha sostenuto la realizzazione di 100 bambole bianche fatte confezionare ad una cooperativa sociale locale.

Organismo richiedente:  ABIO TRENTO onlus – Associazione per il Bambino in Ospedale (Trento)

Ambito: educativo sanitario

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2007 1.000

 

EUROPA. ITALIA (Trento). Corsi di italiano per adulti stranieri.

Iniziativa rivolta ad adulti immigrati che abitano a Trento con l’impiego di volontari dell’associazione.

Organismo richiedente: Associazione “Il Gioco degli Specchi” (Trento)

Ambito: educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2011 2.500
2014 1.000

 

 

EUROPA. ITALIA (Trento). Fuori Gioco – Il calcio per tutt@ 

Qualche anno fa una rete di soggetti operanti nel mondo della salute mentale decise di portare in Trentino un’esperienza che in molte realtà italiane stava ottenendo positivi riscontri: il calcio come strumento di miglioramento del benessere delle persone affette da disagio psichico. Estuario ONLUS di Trento, l’associazione il Noce di Mezzocorona, la polisportiva Giochiamo Davvero del CSM di Trento, Casa Basaglia di Merano, grazie al supporto operativo dell’UISP del Trentino, diedero vita al primo “campionato” che vedeva scendere in campo, insieme e senza distinzioni, operatori e utenti, pazienti e volontari. Oggi questo progetto sta assumendo una dimensione più ampia, e sta diventando uno spazio, libero e solidale, aperto a chiunque riconosca nel gioco del calcio un’opportunità di benessere, socializzazione e inclusione. Il contributo serve a sostenere l’implementazione del progetto.

Organismo richiedente: UISP sport per tutti, comitato Trentino

Ambito: educativo, sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2015 1.000

 

EUROPA. ITALIA (Trento). Il gioco degli specchi per i giovani.

Sostegno alle attività dell’associazione a favore dei giovani, in collaborazione con alcune scuole.

Organismo richiedente: Associazione Il Gioco degli Specchi (Trento)

Ambito: educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2012 1.000

 

EUROPA. ITALIA (Trento). LaLuna a Dondolo - Uscire dal Silenzio.

Il progetto è rivolto in particolare alle donne ed ai bambini, specie nella prima infanzia. Negli spazi a disposizione organizzati a Trento, si attivano incontri strutturati in modo da favorire le relazioni tra persone e fornire sostegno alle donne che fossero, anche momentaneamente, in condizione di disagio, in particolare nel periodo della gravidanza e della cura di bambini piccoli. La femminilizzazione dei flussi migratori e l’alto tasso di natalità degli stranieri vede anche molte donne straniere in situazione di fragilità sociale dovuta a precarie condizioni economiche e lavorative, lontananza dalla famiglia d’origine, accesso ai servizi ostacolato da barriere linguistico culturali. L’iniziativa è rivolta anche a loro e la loro presenza permette un ulteriore sviluppo positivo. I continui incontri, oltre a vantaggi immediati per le partecipanti, valorizzano i modi diversi che le culture hanno di affrontare la crescita dei bambini.

Organismo richiedente: Associazione Il Gioco degli Specchi (Trento)

Ambito: educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2008 7.000
2010 2.000

 

 

EUROPA. ITALIA (Trento). Ricerca contro la Leucemia.

Sostegno alla ricerca attraverso il finanziamento di borse di studio

Organismo richiedente: Associazione per la ricerca contro la Leucemia onlus (Trento)

Ambito: sanitario

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2011 3.000

 

 

EUROPA. ITALIA (Trento). Un contribuito per l’apertura domenicale del servizio di accoglienza.

Il servizio di accoglienza gestito dalla Cooperativa sociale a Trento, offre una prima assistenza alle persone senza fissa dimora e in temporanea difficoltà dal lunedì al sabato (pranzo, doccia, sala di accoglienza, ufficio). In questi ultimi anni la Cooperativa si è resa disponibile a garantire anche l’apertura domenicale di questo servizio, contando però, in assenza di un finanziamento pubblico, su specifici aiuti da privati.

Organismo richiedente: Punto d’Incontro società cooperativa sociale (Trento)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2014 1.000

 

 

EUROPA. REPUBBLICA DI MOLDAVIA (Chisinau). Progetto casa “Mamma Margherita”.

Sostegno alle spese di gestione di una casa famiglia, aperta nel 2011 dalla Fundatia don Bosco,  per bambini/ragazzi organi e abbandonati.

Organismo richiedente: Associazione Salesiani don Bosco (Moldavia)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2013 2.000

 

EUROPA. ROMANIA (Bucarest). Progetto farmaci per i bimbi del BUDIMEX.

Sostegno all’acquisto di farmaci per il reparto di oncologia pediatrica dell’ospedale Budimex di Bucarest.

Organismo richiedente: Associazione Prometeo onlus (Trento)

Ambito: sanitario

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2010 500

 

SUD AMERICA. BRASILE (Criciuma). Un pozzo per il Centro per la promozione umana Sant’Annibale Maria di Fancia.

Sostegno ai progetti coordinati da p. Vincenzo Lumetta che dirige “o Bairro da Juventude” dei Padri Rogazionisti, che accoglie, educa e forma scolasticamente e professionalmente circa 1200 bambini “strappati” alla vita di strada delle favelas di Criciuma, storicamente centro carbonifero nel sud dello stato di Santa Catarina. Nello specifico, grazie al contributo di Solidea onlus verrà realizzato un pozzo di acqua potabile che servirà l’intera missione.
Organismo richiedente: Padri Rogazionisti (Brasile)

Ambito: Approvvigionamento idrico

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2014 4.500

 

SUD AMERICA. BRASILE (Goias). Costruzione asilo nido.

Il progetto Vila Esperança nasce a Goias, Brasile, nel 1992 per iniziativa di quattro volontari, Robson Max de Oliveira, Lourdinha de Araujo, Pio Campo e Lucia Agostini, per offrire ai bambini più poveri un’alternativa alla vita di strada che, attraverso il gioco, la scuola, la musica ed il teatro, fornisca loro gli strumenti per un futuro di dignità e speranza. La realtà di Goias è quella tipica di una società con forti squilibri sociali, dove la miseria, la violenza, l’analfabetismo e lo sfruttamento del lavoro minorile caratterizzano l’ambiente in cui vivono i bambini. La Vila accoglie gratuitamente ogni anno circa 250 bambini che, ricevuto un pasto completo, spesso l’unico sicuro della loro giornata, si dividono in funzione dell’età tra le attività educative della ludoteca, della scuola elementare, del teatro, della danza e della musica. L’equipe dell’Espaço Cultural Vila Esperança ha avviato nell’anno 2002 un nuovo progetto educativo rivolto a bambini compresi nell’età che va da 0 a 2 anni. Se in Brasile l’istruzione pubblica soffre di molteplici lacune, tutto l’universo che riguarda gli anni precedenti alla scuola dell’obbligo viene quasi totalmente ignorato. Considerando le problematiche legate alla prima infanzia, causate dalla separazione prematura e forzata del bambino dalla madre, che spesso deve mantenere da sola uno o più figli e le caratteristiche di “deposito” che normalmente le strutture pubbliche hanno, Vila Esperança apre le porte a una nuova proposta di crescita.

Organismo richiedente: Gruppo di solidarieta’ per il Brasile Vila Esperança (Verona)

Ambito: educativosociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2007 1.440

 

SUD AMERICA. BRASILE (Salvador BA). Emergenza Casa.

Intervento di ricostruzione della casa-scuola suore Mercedarie, dove è operante un asilo con 150 bambini e una casa famiglia (orfanatrofio) con 25 bambini. Nello stesso edificio vi è la sede della associazione “Nissa”, che è un’associazione locale di aiuto per famiglie in difficoltà, ragazze madri, situazioni di disagio famigliari.

Organismo richiedente: Associazione La Cometa  (Pergine Valsugana - TN)

Ambito: sociale educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2009 1.000

 

SUD AMERICA. COLOMBIA (Soacha). Per una Colombia migliore: el Progreso-Soacha.

Il progetto per una Colombia migliore si propone di arrivare alle comunità che si sono create nei dintorni del quartiere il Progreso-Soacha, una popolazione che arriva da molti posti della Colombia, chiamati “desplazados”, vittime innocenti del conflitto colombiano, generalmente donne e bambini costretti a subire gli orrori del conflitto, abbandonando la propria terra, la propria casa, sotto minacce, violenze e massacri commessi dalla guerriglia “FARC, ELN” o da gruppi paramilitari. Detta comunità è composta da 50.000 persone , il che ha permesso la realizzazione di un corso di formazione per circa 2.100 persone sui seguenti argomenti: riconoscimento dell’abuso sessuale su minori e donne, metodi anticoncezionali e paternità responsabile, miglioramento dell’autostima, igiene e salute sessuale riproduttiva, informazione sulle malattie di trasmissione sessuale e AIDS, assistenza psicologica sulla diversità sessuale.

Organismo richiedente: Proteggere Onlus (Empoli - FI)

Ambito: sociale educativo

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2009 3.000

  

SUD AMERICA. ECUADOR (Pambamarca). Progetto “Hogar”.

La casa. Il calore del focolare, la famiglia. Realizzazione di 4 piccole unità abitative per orfani, portatori di handicap, anziani, nelle comunità di Pambamarquito e Pambamarca in Ecuador.
Organismo richiedente: Associazione PACHAMAMA-Madre Terra onlus (Trento)

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2008 5.105

 

 

SUD AMERICA. ECUADOR (Pambamarquito). Casa del Pueblo.

L’Associazione Pachamama-Madre Terra ha creato un ponte di solidarietà con Pambamarquito, un villaggio di circa quattrocentocinquanta persone di etnia Kichwa, situato a circa 3000 metri sulle Ande nel Canton Cayambe dell’Ecuador del Nord. L’Associazione opera nel settore educativo-formativo e nel settore di cooperazione allo sviluppo e intende realizzare una casa della comunità per ospitare la scuola, l’asilo, il dispensario medico, la mensa della scuola nella Comunità di Pambamarca, una piccola Comunità indio di etnia Quichua, appartenete alla parrocchia Cangahua, situata nel Canton Cayambe, provincia del Pichincha, Ecuador del Nord.

Organismo richiedente: Associazione PACHAMAMA-Madre Terra onlus (Trento)

Ambito: sanitariosociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2007 1.000

 

SUD AMERICA. PERU’ (Calquichico). Nuovi progetti per Gabicho.

L’iniziativa, condotta in collaborazione con GAV ong con sede a Lima, ha portato all’acquisto di cartelle scolastiche e materiale didattico per i bambini di Calquichico, dipartimento di Huancavelica e alla Realizzazione di una serra didattica.

Organismo richiedente: Movimento Rinascita Cristiana (Trento)

Ambito: sanitario

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2011 2.000

  

SUD AMERICA. PERU’ (Lima). Diversamente abili. “Vite speciali sulla sabbia a Tablada De Lurin”.

La salute come diritto fondamentale di ogni persona assume un significato particolare quando una persona è portatrice di una disabilità. Il progetto riguarda la costruzione di un Centro diurno per bambini disabili, all’interno della quale i bambini possano essere accolti e sostenuti nelle loro fragilità, dando la possibilità ai genitori di impegnarsi in ambito lavorativo e reperire le risorse per il sostentamento dell’intera famiglia. Le vere protagoniste sono loro, queste “eroiche madri” che nonostante i tremendi disagi continuano a lottare e sperare in un futuro possibile e dignitoso per i loro figli.

Organismo richiedente: Associazione Harambee Trento Onlus

Ambito: sociale

Contributo Solidea onlus (FVI):

Anno Importo in Euro
2015 3.000